15 Dic 2023
15 Dicembre 2023

NAVIGARE TRA LE POLITICHE DI RES DI AMAZON: GUIDA ESSENZIALE PER VENDITORI ONLINE

Nel mondo e-commerce la gestione dei resi può rappresentare un elemento cruciale per il successo o l’insuccesso del proprio business.  Infatti, individuare le giuste politiche di reso per non svantaggiare il cliente e, allo stesso tempo, per non ricevere un numero di resi elevato, rappresenta una delle sfide più difficili per la gestione dell’intero processo di vendita.

Per quanto riguarda i marketplace, le politiche di reso sono stabilite dalla piattaforma stessa e i venditori, al momento dell’iscrizione, accettano automaticamente di aderire a queste policy.

GARANZIA DALLA A ALLA Z

Un marketplace complesso come Amazon stabilisce delle politiche di reso molto rigorose e differenziate a seconda del metodo di spedizione prescelto dal venditore. 

L’utilizzo della logistica di Amazon semplifica i processi di gestione di resi e rimborsi, in quanto all’interno del servizio di logistica è già compresa la gestione dell’intero flusso, dal primo contatto con il cliente fino al rimborso automatico dell’ordine effettuato.

Per chi invece utilizza il metodo di gestione FBM (Fulfillment by Merchant), la programmazione dei resi può diventare un adempimento complesso.

Amazon è un marketplace che tende a tutelare l’acquirente e invita i venditori ad offrire resi gratuiti ai propri clienti. In alcuni casi, come nella categoria Moda, la piattaforma prescrive persino l’obbligo di offrire etichette di reso a carico del venditore, in modo tale che il reso sia gratuito.

In aggiunta a ciò, all’interno del marketplace è presente lo strumento “Garanzia dalla A alla Z”, che protegge gli acquisti dei clienti per gli articoli venduti e spediti in autonomia dai venditori. Generalmente, si applica in caso di ritardo nella consegna e inconvenienti con le condizioni degli articoli acquistati e Amazon rimborsa automaticamente il cliente che ha richiesto questo servizio. Il venditore, a questo punto, può contestare la decisione di Amazon fornendo prove a sostegno della correttezza del suo operato e, in caso di successo, sarà la piattaforma stessa a rimborsare il cliente e lo stato e il saldo dell’account rimarranno integri. Qualora, invece, Amazon decidesse di procedere con il rimborso da parte del venditore, la Garanzia A-Z comporta una penalizzazione sulle metriche dello stato dell’account e un rimborso automatico dal saldo disponibile. In caso di eccessivi rimborsi tramite questo strumento, l’account venditore potrebbe incorrere anche nella disattivazione e nella perdita dei privilegi di vendita. 

PROGRAMMAZIONE DI POLITICHE DI RESO EFFICACI

  1. Anzitutto, è importante conoscere le politiche di reso specifiche per le proprie categorie di vendite negli articoli in modo tale da poter costruire un flusso di gestione dei resi che non sia in contrasto con le policy accettate e prescritte da Amazon.
  2. é fondamentale anche cercare di ridurre il numero di resi, garantendo un ottimo servizio clienti, delle tempistiche di spedizione chiare e verificando che le pagine prodotto siano conformi rispetto ai prodotti realmente venduti e spediti ai clienti.
  3. Infine, è importante decidere quale tipologia di etichetta fornire al cliente. Infatti, è possibile scegliere tra due possibilità:
  • Etichetta di reso non pagata: quando viene approvata una richiesta di reso, Amazon invia all’acquirente un’etichetta per il reso non pagata con il tuo indirizzo predefinito. Per impostazione predefinita, questa etichetta non è prepagata ed è necessario che l’acquirente aggiunga le spese di spedizione per il corriere scelto.
  • Etichetta di reso prepagata dal venditore: è possibile caricare un’etichetta prepagata utilizzando un corriere a scelta. Questa opzione garantisce una maggior possibilità di riacquisto e fidelizzazione del cliente e, ove possibile, è da prediligere.

In un mondo e-commerce dominato da giganti come Amazon, la gestione dei resi è una componente cruciale per il successo dei venditori online. Navigare tra le complesse politiche di reso del marketplace richiede una comprensione approfondita e una strategia ben ponderata. Offrire un servizio clienti impeccabile, rispettare le politiche specifiche di categoria e scegliere con saggezza le etichette di reso sono chiavi fondamentali per evitare penalizzazioni e garantire la fidelizzazione del cliente. Con queste strategie in mente, i venditori possono affrontare con fiducia le sfide della gestione dei resi e costruire un business online di successo.